Come andare avanti

Cari lettori, buon anno! Il 2020 è stato un  anno davvero duro - per tutti, da tutti i punti di vista. Chi lo poteva immaginare solo un anno fa? Non voglio parlare dei problemi che ho vissuto personalmente negli ultimi mesi - non voglio lamentarmi. E non ho intenzione nemmeno di vantarmi di come sono… Continua a leggere Come andare avanti

E di nuovo della nuova traduzione de “Il Signore degli Anelli”

Tornare a scrivere dopo una lunga pausa non è facile, ma adesso, quando ho finalmente finito a leggere la nuova traduzione de 2Il Signore degli Anelli" a penna di Ottavio Fatica, mi piacerebbe finalmente condividere le mie impressioni sull'intera opera. Come ho già scritto nel passato, non considero il romanzo tolkieniano un libro fantasy, perché… Continua a leggere E di nuovo della nuova traduzione de “Il Signore degli Anelli”

“Racconti disprassici”: un libro per tutti gli “strani” di questo mondo

Qualche giorno fa mi è arrivato il nuovissimo libro di Pierluigi Cuccitto (che molti lettori di questo blog conoscono come l'autore del blog tolkieniano Migrantes of Middle-earth) - "Racconti disprassici". Che cos'è la disprassia? Apriamo la Wikipedia: "La disprassia (dal greco πράσσω = "fare", quindi dis-prassia = "incapacità di fare qualcosa.") può essere definita come… Continua a leggere “Racconti disprassici”: un libro per tutti gli “strani” di questo mondo

The Worlds of J.R.R. Tolkien

Il 9 giugno è stato pubblicato il nuovo saggio di John Garth, uno dei più stimati ed autorevoli biografi di Tolkien, - "The Worlds of J.R.R. Tolkien. The Places That Inspired Middle-earth". Dire che l'ho aspettato è non dire niente. Non vedevo l'ora di leggerlo, specialmente dopo aver "assaggiato" l'anteprima, resa disponibile da Amazon con… Continua a leggere The Worlds of J.R.R. Tolkien

Tolkien è fantasy?

Finalmente il polverone alzato attorno la nuova traduzione de "La Compagnia dell'Anello" si sta calmando, e compaiono dei commenti ponderati, basati sull'attenta analisi del testo e sul confronto con l'originale. Non tutti i commenti sono positivi, ma quando sono argomentati e ben fondati possono diventare un terreno per una discussione, un dialogo - senza insulti… Continua a leggere Tolkien è fantasy?

“Nandèra. Il ragazzo della profezia”: una fiaba che cresce

C'era una volta una terra che si chiamava Nandèra - una terra dove la magia faceva parte della natura ed era indispensabile per il suo equilibrio. Così inizia la storia di Joan, una ragazzo sedicenne che vive tutto solo, coltivando un pezzo di terreno, e non sa nulla della sua famiglia né di sé stesso.… Continua a leggere “Nandèra. Il ragazzo della profezia”: una fiaba che cresce

Addio al custode della Terra di Mezzo

Abbiamo spesso fatto delle battute sullo scrigno dei tesori di Christopher, dal quale ogni tanto tirava fuori dei nuovi manoscritti inediti o fatti sconosciuti. Sembrava che questo flusso di scritti non avrebbe mai finito. Sembrava un illusionista che tirava fuori dal suo cappello magico dei conigli o colombe - gli bastava aprire lo scrigno ed… Continua a leggere Addio al custode della Terra di Mezzo

“A Question of Time” di Verlyn Flieger: appunti e riflessioni. Parte 11

Ed ecco finalmente l'ultimo capitolo e l'ultima parte dei miei appunti sul libro di Verlyn Flieger "A Question of Time". Per la prima volta l'ho letto un anno fa e ho impiegato un anno intero per completare questa serie dei post. Non si sa mai dove ti porta la Strada... Pitfalls in Faërie: tranelli di… Continua a leggere “A Question of Time” di Verlyn Flieger: appunti e riflessioni. Parte 11

“A Question of Time” di Verlyn Flieger: appunti e riflessioni. Parte 10

The Dream of Light and Dark: il sogno della luce e del buio Dopo aver analizzato il tema dei sogni e dei viaggi nel tempo in quanto tali, Flieger si rivolge alle opere minori di Tolkien. Il decimo capitolo è dedicato interamente all'analisi della poesia "The Sea-Bell". Il poema è stato pubblicato ne "Le avventure… Continua a leggere “A Question of Time” di Verlyn Flieger: appunti e riflessioni. Parte 10

Traduzioni, tradimenti, interpretazioni…

Quando all'inizio degli anni '90 ho scoperto "Lo Hobbit", tutti i nomi erano in inglese: Bilbo di cognome era Baggins, Elrond abitava a Rivendell e Thorin figlio di Thrain era soprannominato Oakenshield. Ero abituata e con l'aiuto del mio vecchio e fedele dizionario mi sono fatta un'idea del significato dei nomi. Poi ho letto "Il… Continua a leggere Traduzioni, tradimenti, interpretazioni…